Aiutiamo chi ci ha aiutato

Pic Evento PMorandi - 1
Tocchiamo il cuore di Genova
7 dicembre 2019
pexels-cottonbro-3952240
Covid19: VIS FISieo aiuta chi ci aiuta
9 settembre 2020
AiutiamoChicihaiutato

Ora che l’emergenza è passata, i volontari della FISieo si occuperanno di aiutare con lo SHIATSU coloro che sono stati in prima linea.

Parliamo del personale sanitario, i medici, gli infermieri, i farmacisti. Queste sono tra le categorie più a rischio e nonostante questo non si sono fermati, stanno lavorando senza tregua per far si che le cose tornino alla normalità al più presto. Il loro è un lavoro logorante che li espone al rischio di burn-out, un esaurimento di energie che non si risolve con una notte di sonno.

burn-out, sindrome da Stato patologico (dall’ingl. «bruciare completamente») che si verifica in individui che svolgono professioni di aiuto. Ne sono interessati medici, poliziotti, infermieri, psicologi, ecc. Il b. compare in figure professionali che devono sostenere in modo adeguato il proprio stress psicoemotivo e quello della persona assistita. Se la fase di logoramento psicologico non è gestita o non risulta controllata, si osserva una progressione del danno psichico e fisico che può evolvere fino al suicidio. (~Enciclopedia Medica TReccani)

Burn-out, sindrome da Stato patologico (dall’ingl. «bruciare completamente») che si verifica in individui che svolgono professioni di aiuto. Ne sono interessati medici, poliziotti, infermieri, psicologi, ecc. Il b. compare in figure professionali che devono sostenere in modo adeguato il proprio stress psicoemotivo e quello della persona assistita. Se la fase di logoramento psicologico non è gestita o non risulta controllata, si osserva una progressione del danno psichico e fisico che può evolvere fino al suicidio. (~Enciclopedia Medica Treccani)

I care givers sono una categoria già normalmente esposta al rischio di esaurimento da stress, e i volontari VIS FISieo si sono già impegnati in passato a supportare queste categorie, per esempio con il progetto di Roberta Freddara al Centro Papa Giovanni XXIII di Ancona. E oggi, in piena emergenza Coronavirus, a tutti i fattori di stress di una professione che “consuma” si aggiungono nuovi e imprevisti fattori.

Chi lavora negli ambienti sanitari oggi deve fare i conti con la paura di venire contagiati, e di contagiare i loro cari al ritorno dal lavoro. Devono rispondere ad una crisi con misure di protezione a volte mancanti e inadeguate. Tutti fattori che moltiplicheranno la possibilità di andare in contro al burn-out.

Lo Shiatsu può fare tanto in questi casi e noi operatori professionisti lo sappiamo bene, e allora visto che in questo momento non possiamo dare il nostro contributo, ci teniamo pronti e appena potremo andremo anche noi a dare una mano.

Ci sono già numerosi progetti di volontariato presentati da operatori professionisti dello Shiatsu FISIeo in tutta Italia e la segreteria della VIS FISieo sta lavorando senza sosta per dare supporto a tutti coloro che vogliono offrire la propria disponibilità e la propria esperienza.

Per informazioni scrivere a segreteria@visfisieo.it

AIUTIAMO CHI CI HA AIUTATO!

12 Comments

  1. michela palmisano scrive:

    partecipo all’incontro

  2. Beatrice Siclari scrive:

    Sono d’accordo ad offrire la mia disponibilità a favore di chi, senza sosta, ha dedicato tutto il suo tempo per aiutare tutti coloro che avevano bisogno di essere aiutati e sostenuti.

  3. Tommasini Rives scrive:

    Abito a vigevano. Sono soccorritore croce rossa ….piena pandemia giorno e notte…volevo avere info sul vostro lavoro e se possibile usufruirne. Grazie

    • Giovanni Guarini scrive:

      Buongiorno Rives, ci sono 56 progetti attivi in tutta Italia, con 150 volontari circa che fanno trattamenti gratuiti per il progetto. Per trovare il progetto nella città più vicina alla sua contatti la segreteria all’indirizzo segreteria@visfisieo.it

  4. Pavesi scrive:

    Sono un’infermiera di terapia intensiva,vorrei informazioni sul vostro progetto

  5. Lucia Caligiuri scrive:

    Vorrei partecipare, abito vicino ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

  6. Monica Rodeghiero scrive:

    Grazie. Mi piacerebbe

  7. Daniela scrive:

    Prima di tutto grazie
    Perdonami sono un’operatore che lavora in H e ex croce verde, apprendo ora tramite il giornalino che arriva sempre(…) dopo che sono uscite queste bellissime iniziative… Mi spieghi in cosa consiste? Grazie

  8. Efrem Pelucchi scrive:

    Dove trovo l’elenco degli operatori per prenotare il ciclo gratuito?
    Grazie Efrem Pelucchi infermiere

  9. Anna Nozzi scrive:

    Sono una operatrice shiatsu aderente al progetto. Zona di riferimento: provincia di Chieti con Atessa, Lanciano ed altre città. Desidero dare il mio contributo ed il mio #grazie personale per #aiutamochicihaaiutati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *